Londra è una delle mie città preferite. E’ la terza volta che ci torno e mi piace sempre più’! Dirvi che mi piacerebbe viverci è quasi scontato!

Questa volta sono partita con 3 amiche, avevamo voglia di vedere non le classiche attrazioni ma di camminare ed esplorare. Una ventina di chilometri al giorno, km più’ km meno, a zonzo, tante cose da scoprire e alla fine siamo state soddisfatte del nostro itinerario. Grande fortuna: due giorni di bel tempo su tre; Londra con il sole splende di luce propria, i parchi sono ancora più belli e pieni di gente che si gode il verde.

Vi racconto il nostro breve itinerario (cibo compreso!) che modellato a piacere si può’ fare in due, tre giorni. Senza fretta, passeggiando e prendendo alcune volte la metropolitana, molto comoda ma costosa rispetto agli standard italiani (vi consiglio comunque di leggervi qualcosa sulla London Oyster Card).

Noi abbiamo dormito a Kensington, zona Holland Park Avenue. La posizione centrale ci ha permesso di camminare fino a Hyde park tutte le mattine. Il parco è molto quotato ed un motivo c’è, anzi più di uno. E’ immenso, rilassate, centrale e bellissimo. Ha un lago al suo interno dove ci sono cigni e papere, numerosi percorsi nel verde e punti ristoro in posizioni strategiche. Vi consiglio il Serpentine Bar & Kitchen, colazione completa o a buffet, pranzi e cene, con tavoli anche all’aperto direttamente a bordo lago, non esageratamente costoso.
IMG_0623hide park - londra

Se siete a Kensington e volete scoprire un posticino accogliente, con una grandissima scelta di te’, caffe e torte fatte in casa,  per una colazione indimenticabile, The muffin Man fa al caso vostro. Per noi è stato il posto migliore dove fare colazione a Londra, ci siamo gustate Red Velvet cupcakes, Lemon muffin, Carrot cake e Queen mother cake. Cream cheese, limone, carote e cioccolato a volontà, gli ingredienti base dei singoli dolci. Io farei colazione così ogni mattina, dolci favolosi, tavolino al sole e soprattutto con tanto tempo a disposizione!breakfast in london

Sempre per rimanere sul tema spazio all’aperto, molto piacevole è una camminata, sul Regents Canal, uno dei canali commerciali di Londra. Incrociandolo all’altezza di Westbourne Green, si può’ fare una bella passeggiata sulla sponda del canale, scoprire degli angolini mozzafiato sulla riva e curiosare le varie imbarcazioni, alcune perfettamente organizzate come casa, avevano tutto ciò che serve, anche un mini orto di piante aromatiche. Se si prende un battello in un’ ora ora circa si arriva al pittoresco,anche se turistico, Camden Market. Io ne consiglierei comunque la visita, merce in vendita poco interessante ma bello il quartiere e vasta scelta di cibo per un pranzo veloce.
regent canal - londra

Sempre riguardo al Regents Canal vi consiglio di visitare il London Canal Museum. C’ero stata qualche anno fa e mi era piaciuto molto. E’ un piccolo museo ricavato all’interno di un magazzino del XIX secolo e racconta la storia dei canali londinesi con delle immagini statiche e delle installazioni.

Se vi trovate nella zona del centro una capatina a Covent Garden la farete sicuramente. Qui vi consiglio un souvenir che sarà molto apprezzato dagli amici rimasti a casa: goduriosi biscotti appena sfornati  da Ben’s Cookies. Li confezionano in una bellissima scatola di latta rossa e mantengono profumo e fragranza per giorni, ma tanto finiranno in un baleno! Un consiglio: i migliori secondo me sono quelli Double chocolate chunk e mirtilli rossi.

ben's cookies, londra cookies, londraben's cookies box, londra

Se vi viene voglia di uno spuntino o meglio un pranzo molto saziante, un fish and chips è una buona alternativa. Una tavola calda molto famosa, in zona Covent Garden è Rock and Sole, gustoso, abbondante, vasta scelta di tipi di pesci, tavoli all’interno o nel piccolo dehors. Io sono andata sul classico piatto ed era ottimo.

IMG_0658

Ora passiamo ai negozi, una capatina era impossibile non farla. Oltre alle classiche vie dello shopping come Oxford Street, vi consiglio due viuzze comunque turistiche ma più caratteristiche dove si posso trovare anche piccoli negozi.

Una è Carnaby Street a Soho, con la deliziosa e un po’ nascosta Kingly Court, un cortile interno dove si ci sono ristorantini e locali per tutti i gusti. Ottimo per una pranzo o pausa pomeridiana.

La seconda è St Christopher’s Place, una viuzza laterale della gettonatissima Oxford Street, poco visibile se non la si conosce. L’idea di cercare questa via l’ho trovato qui, nel blog di Koala londinese, ricco di idee e spunti per scoprire una Londra un po’ diversa. Troverete negoziati, locali e un salto da Mrs Kibble’s l’ho dovete fare anche solo per curiosità. E un piccolo negozio, old style, di caramelle sfuse di tutti i tipi, colori e gusti.

 IMG_0555St Christopher's Place maps Mrs Kibble's, london

Un ultimo consiglio è di fare un’escursione nel quartiere di Shoreditch. E’ un ex zona industriale, una volta malfamata, ora fulcro di nuove tendenze di design, di moda e vita notturna. Purtroppo non abbiamo avuto tanto tempo per visitare la zona ma l’impressione che ci ha fatto è stata molto positiva. I murales, alcuni molto originali, tappezzano le strade e molti sono i locali vecchio stile o di tendenza dove si può’ fare un pranzo o una cena veloce o trascorre una serata ascoltando musica dal vivo. Noi abbiamo, letteralmente!, incontrato questo sulla nostra strada: The breakfast Club e ci è piaciuto molto. Il loro motto è Slow down, you move too fast, got to make the morning last. Il piatto migliore The late late breakfast fino all’ora di cena una specie di colazione, io ho scelto un pancakes salato con bacon da mille e una notte.

The breakfast club, London The breakfast club, London IMG_0676

Vi lascio con una chicca, il video della mia amica Betta “drogata” di bubble tea. Lo conoscete? E’ un te’ freddo da bere con una maxi cannuccia, per poter assaporare le palline di tapioca o gelatina che ci sono sul  fondo. Io non ho avuto il coraggio di provarlo ma lei ne era entusiasta! Eccolo qui: