Come condividere sulla rete l’attività degli chef piemontesi e del loro territorio? 

Se si parla di rete la parola d’ordine è blogger, quindi raccontare il territorio tramite i prodotti tipici, gli chef stellati che ne fanno parte e le tradizioni. Grazie al @Biteg, Borsa Internazionale del Turismo enogastronomico e a @CarloVischi organizzatori dell’evento che mi hanno coinvolto!
La tappa di questo giovedì e venerdì era il Canavese e la Val Chiusella. Ho potuto partecipare attivamente  alla seconda giornata di questo percorso. Per me è stata una grande novità e una bella esperienza. 
Vi racconto la giornata di venerdì bella e intensa, attraverso le foto dei luoghi visitati, i cibi assaggiati e la gente incontrata. Direi che sono stata abbastanza blogger, sono riuscita a twittare con soddisfazione ma un “classico” post sul mio blog non poteva mancare!

Per avere qualche informazione e idea in più in più vi lascio alcuni link e indirizzi interessanti:

Mariangela e il Ristorante Gardenia a Caluso, http://www.gardeniacaluso.it/ per scoprire e suoi ottimi piatti e il suo Pic-Nic Stellato;
Serena e il B&B La finestra sul lago a Candia, http://www.finestrasullago.com/ per sentirvi a casa anche quando siete in vacanza;
Le Magistre e il Club amici della Val Chiusella, http://www.erbedivalchiusella.it/index.php/il-club per scoprire le tradizioni e imparare a riconoscere le erbe della Val Chiusella;
Teodora Tocco e Andrea Giovanetto per vedere realizzare e assaggiare la Toma di montagna della Val Chiusella ad Inverso;
Matteo Villa e le Tome di Villa allevatore e curatore della stagionatura delle tome a Alice Superiore – Gauna per visitare la sua preziosa cantina e gustare i suoi formaggi

Le simpatiche blogger, compagne d’itinerario che mi hanno fatta sentire parte attiva del gruppo sono state:
@lasignoralaura http://www.lasignoralaura.com/
@strarsspoon http://www.cucchiaiodistelle.com/
@petuniaollister http://www.eatitmilano.it/
@insiemecongusto http://www.insiemecongusto.com/

La Tometta fresca D’Trausela della Teodora sa di latte vero!
L’alium Ursinum cresce spontaneo in queste zone ed è ottimo da
usare nei nostri piatti anche nella tipica Bagna Cauda piemontese
Il Pic-Nic Stellato, creato da Mariangela , ristorante Gardenia di Caluso. Un modo per assaggiare i cibi  del territorio a contatto con la natura. Si può prenotare entro le 10 della mattina stessa e gustare delle vere prelibatezze a vostra scelta.

Mariangela e tre magistre delle erbe: Giuliana, Farida e Clara

Laura, la responsabile dell’associazione Erbe di Valchiusella, nata  per promuovere  il territorio attraverso
il paesaggio e il sapere della tradizione. Organizzano passeggiate tra le erbe, merende e cene tipiche.
Serena del B&B La finestra sul lago di Candia, ha ospitato le blogger e ci ha accompagnato
 alla scoperta delle bellezze del territorio
Le Tome di Villa, formaggi tipici del canavese. Qui si curano le Tome
Bistorta, un erba perenne con fiori a spiga di un bel colore rosato
La Val Chiusella e le sue erbe sono un museo all’aria aperta.
Numerosissimi i piatti che si possono preparare utilizzando le erbe. Il motto di Mariengela è METTIAMO I FIORI NEI NOSTRI PIATTI. Io l’ho ascoltata. Venerdi ho raccolto un mazzolino di Bistorta e ho preparato nel mio piccolo un’ottima frittata accompagnata da Toma della Val Chiusella e decorata con i fiori. Provatela è ottima!