Come nasce una torta azzurro Tiffany??? 

Trovate le dummy in polistirolo delle misure corrette, bisogna preparare il colore della nuance giusta… Blu bianco e giallo??? verde e azzurro??? Dopo qualche prova il colore è riuscito: blu, bianco, poco poco giallo, e un po’ di attenzione a non tendere al verde acqua. 
Poi si pensa alle decorazioni. L’ispirazione mi è venuta da una trasmissione che ho visto su Gambero Rosso, con la bravissima Nana e i suoi bellissimi fiori e pizzi, insegnati passo a passo. Cosi sono nati i fiori, in gum paste, bianchi, venati, leggermente perlati con al centro perle di zucchero. La mia magica gelatina da ostie li ha tenuti incollati alla torta senza problemi… Poi due bellissimi pizzi in pasta di zucchero, sempre perlati sui lati della torta e del pizzo vero sulle basi.

Si montano le basi rivestite di pasta di zucchero, si dispongono i fiori e i pizzi, qualche fil di ferro bianco sottile sottile qua’ e la’ per completare l’opera e la torta è pronta. Questa non si è mangiata perchè è solo da esposizione, dura nel tempo si spera. Simile si puo’ rifare con torta vera   e rivestimento in pasta di zucchero per un matrimonio o un occasione speciale magari riducendola di dimensioni ma magari mantenendo inalterate le decorazioni e il colore.